Modello di linee con il comando GENSEZ

Il comando permette di generare un modello di linee che rappresentano la proiezione su un piano, del modello tridimensionale. Il piano può attraversare il modello, in tal caso si ottiene una sezione. Il comando pone, su due layer diversi, le linee, inserendo in ADDCSEZIONE_SEZ quelle che rappresentano le intersezioni fra le 3dface ed il piano di sezione e in ADDCSEZIONE le altre, in modo da poterle gestire separatamente.

Opzioni di GENSEZ nelle preferenze Piani e Sezioni

Opzioni generazione visteNella scheda Piani e Sezioni del comando ADDPREF è possibile impostare alcune opzioni del comando.

Creare un unico blocco

Si può generare un unico blocco con tutte le linee oppure generare le linee nel disegno senza raggrupparle in un blocco.

Colore originale dei layer

Le linee possono essere generate con il colore originale degli oggetti oppure con il colore dei layer della generazione delle viste.

Calcola intersezioni delle superfici

Il comando è in grado di ricavare le intersezioni delle 3dface del modello, operazione che però richiede un maggiore tempo di calcolo.

Sporgenza asse spezzata

La sporgenza della linea indicante il punto di interruzione della linea spezzata rispetto all'estensione superiore e inferiore della sezione. Questo parametro ha importanza solo se si genera la vista selezionando come oggetto la linea di sezione spezzata.

Riconoscimento volumi sezionati

Attivando questa opzione il generatore di vista tenta di riconoscere i volumi sezionati. In realtà AddCAD non lavora con i solidi. Per questo motivo può solo 'tentare' il riconoscimento i volumi sezionati. Il riconoscimento viene ottenuto con un algoritmo che considera i nomi dei layer e le posizioni degli oggetti tridimensionali.

Tratteggio aree sezionate

Attivando questa opzione il generatore di vista crea un elemento retino per ogni area che rappresenta un  volume sezionato riconosciuto.

Scala e modello tratteggio

E' possibile impostare un fattore di scala per il tratteggio e scegliere un modello di tratteggio da usare scrivendo il nome del modello o selezionando il pulsante Tratteggio... che consente la selezione del modello da una nuova finestra di dialogo.

Layer per il tratteggio

Il layer predefinito per le entità del tratteggio è ADDCSEZIONI_H. E' possibile cambiare gli attributi di questo layer con la solita configurazione dei layer.

Nota sull'equivalenza dei nomi dei layer

Alcuni elementi come ad esempio i solai utilizzano layer diversi. Si è accennato che l'algoritmo di riconoscimento delle aree sezionate tiene conto anche dei nomi layer delle superfici 3D che danno origine alle linee che rappresentano la loro sezione. Per poter conciliare le due esigenze si è pensato di definire un file di nomi layer equivalenti per l'algoritmo. Esiste quindi un file di nome ADDCFLU.LST che tiene conto di queste equivalenze. Il file è costituito da semplici righe con il seguente formato, cioè i due nomi separati da una virgola.

I nomi dei layer dei muri 3d di un piano vengono ritenuti sempre equivalenti quindi non figurano nel file di cui sopra. Più precisamente, tutti i file ADDC3D*$X vengono convertiti in un unico layer equivalente.

Le opzioni della riga dei comandi

Le opzioni della riga dei comandi consentono di definire il piano di sezione o di proiezione in vari modi.

Punti di definizione piano sezione

Comando: gensez

Primo punto della linea di sezione, Invio per selezionare oggetto sezione

[Vista/sezione in Assonometria]:

 

L'opzione Vista elabora la vista corrente, se ad esempio si ha una vista assonometrica  particolare a video è possibile generarne il modello con questa opzione.

L'opzione sezione in Assonometria consente di ottenere la vista assonometrica in sezione. Per poter usare questa opzione occorre aver inserito nel disegno l'oggetto sezione fornito con AddCAD. Prima di lanciare il comando occorre anche mettersi nel punto di vista desiderato per ottenere la sezione da quel punto di vista. Se si preme Invio è possibile selezionare un oggetto sezione che indica graficamente una sezione. Questo metodo è utile per riprodurre le stesse sezioni se si fanno delle modifiche al progetto.

Generazione sezioni assonometriche

L’indicazione dei punti risulta più immediata. Il comando chiede due punti dove far passare la linea di sezione. E' ovvio che se la linea la si fa passare all'esterno dell'edificio il risultato sarà un prospetto. La linea di sezione non è ancora sufficiente per definire la vista desiderata. Occorre un punto che indica da dove si vuole vedere al vista.

Punto di osservazione:

Il comando chiede infine di indicare il punto di inserimento della vista elaborata.

Punto inserimento in basso a sinistra della vista:

Come portare le viste di GENSEZ nel disegno della tavola complessiva

Il comando GENSEZ va eseguito nel disegno del modello 3D, qualunque tecnica di progettazione multipiano si sia scelto. A volte il disegno della tavola architettonica non corrisponde al disegno 3D. Occorre quindi trasferire le viste generate con GENSEZ nel disegno della tavola architettonica. Esistono vari modi per farlo. Se si fa tutto nello stesso disegno e si predispone la stampa dai Layout allora basta spostare, quanto necessario dal modello 3D, le viste sezioni e prospetti in modo da vedere sotto le finestre di Layout solo la vista che ci interessa. Se la tavola architettonica sta su un altro disegno allora basta aprire quest’ultimo e con la TAGLIACLIP e INCOLLACLIP trasferire il blocco della vista nell’altro disegno.

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)