Aggiungere e modificare la definizione di un blocco

La definizione di un blocco consiste nella selezione degli oggetti, del suo punto di inserimento e nell'attribuire una serie di caratteristiche al blocco.

Definizione di un blocco

Nome e descrizione blocco

E’ possibile assegnare un nome al blocco, si tenga conto che il nome del blocco è anche il nome del file DWG del blocco e dell'immagine BMP, entrambi memorizzati sul disco nella cartella CAT. E’ possibile aggiungere una descrizione al blocco in modo da ricordare meglio il tipo di oggetto rappresentato dal blocco.

Selezione oggetti e punto inserimento

Il pulsante Selezionare oggetti < permette di selezionare le entità del nuovo blocco. Infatti la finestra viene chiusa temporaneamente e viene visualizzato il seguente messaggio di richiesta:

Selezionare gli oggetti del blocco:

Punto di inserimento del blocco:

Terminare con un invio la selezione delle entità.

Creazione dell'immagine BMP

Per creare l'immagine BMP consigliamo la stampa con il Driver di ZWCAD PublishToWeb JPG.pc3. Occorre impostare una dimensione di foglio personalizzato da 80x65 Pixel. Il modo migliore di stampare è con l'opzione finestra e con questa selezionare l'area che contiene il blocco e stampare con Adatta al foglio. Il risultato sarà un immagine JPG che aperto con Paint può essere risalvata in BMP.

Fattore di scala

Reale

Il blocco sarà inserito come elemento reale. Nel senso che le dimensioni del blocco vengono adeguate al tipo di unità di misura di lavoro (metri o centimetri), ma rimangono esattamente come nella definizione. E’ consigliabile, al fine di mantenere una coerenza con AddCAD, definire il blocco lavorando in centimetri.

Simbolico

Il blocco verrà inserito come simbolo. Questo consente di inserire il blocco seguendo il fattore di scala scelto con il comando FSCALA. Anche in questo caso è conveniente disegnare il blocco lavorando in centimetri. Inoltre è consigliabile disegnarlo in modo che risulti di dimensioni volute stampandolo al 100.

Libero

Il fattore di scala verrà richiesto al momento dell’inserimento del blocco nel disegno, esattamente come se si inserisse un blocco con il comando INSER.

Fisso

Il blocco verrà inserito con il fattore di scala indicato nelle caselle X: Y: Z: . Occorre quindi scrivere un fattore di scala di inserimento.

Angolo di rotazione

Libera

La rotazione verrà richiesta al momento dell’inserimento del blocco.

Fissa

Il blocco verrà inserito con la rotazione indicata. Esprimere la rotazione in gradi.

Ortogonale attivo

La rotazione verrà richiesta durante l’inserimento del blocco nel disegno e sarà attivata la modalità ortogonale degli assi.

Layer di inserimento

Se si attiva Inserire sul layer corrente, il blocco verrà sempre inserito nel layer corrente durante l’inserimento, senza legame con la quota pavimento. Se Inserire sul layer corrente non è attivato occorre assegnare un nome per il layer. E' possibile inserire blocchi nel piano corrente di disegno, sia da un punto di vista della quota di inserimento sai da un punto di vista del nome del layer. Se si attiva Inserire sul piano corrente, il nome del layer sarà concatenato con la quota pavimento corrente. E’ possibile scrivere il nome del layer o selezionarlo da uno dei layer presenti nel disegno.

Inserire esploso

Stabilisce se il blocco deve essere inserito esploso o meno

 

 

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)