Generazione e gestione stati sovrapposti

Una delle attività più frequenti nell'ambito dell'edilizia sono, da diversi anni, le ristrutturazioni, ampliamenti e così via.

In questi casi in genere si parte da un rilievo dello stato attuale dell'immobile. Questo rilievo nella quasi totalità dei casi si conclude con un disegno in pianta dei piani da modificare. Questi disegni individuano e rappresentano il così detto stato attuale. A partire dalle piante dello stato attuale, in genere partendo da una copia dello stato attuale, si introducono tutte le modifiche che si intendono apportare. Ad esempio si elimina una finestra, si cancella un muro, si disegnano nuovi muri e nuove aperture fino a che il disegno non descrive quello che vogliamo far diventare il nostro immobile. Questi disegni vengono anche chiamati stati di progetto.

Per avere una documentazione completa degli interventi da effettuare, spesso è richiesto un ulteriore elaborato che confronti i due stati. Questo confronto viene ottenuto sovrapponendo i due stati uno sopra l'altro. Si ottiene così lo stato sovrapposto. Lo stato sovrapposto per esprimere con chiarezza l'entità dell'intervento deve essere riprodotto utilizzando tre colori. Il grigio per indicare tutto ciò che rimane inalterato, il giallo per indicare gli elementi da demolire o le aperture da eliminare e il rosso per indicare ciò ché di nuovo deve essere costruito o le forature da chiudere.

Esempio generazione stato sovrapposto

Il comando SSOVRA è in grado di generare lo stato sovrapposto sulla base di un confronto tra stato attuale e stato di progetto.

Il comando chiede di selezionare prima lo stato attuale, poi lo stato di progetto ed infine il punto di inserimento dello stato sovrapposto.

Vengono chiesti anche i punti di origine dello stato attuale e lo stato di progetto. Si tratta di due punti che individuano la stessa posizione nella realtà del progetto. Possiamo chiamarlo un punto comune ai due stati.

Il risultato grafico dipende anche da alcune opzioni impostate con il comando Preferenze stato sovrapposto PREFSSOVRA.

Le richieste del comando sono quindi come segue.

Comando: SSOVRA

Selezionare le entità che fanno parte dello stato attuale:<selezionare gli oggetti della pianta dello stato attuale, invio per terminare>

Punto origine per stato attuale:<punto comune sullo stato attuale>

Selezionare le entità che fanno parte dello stato di progetto:<selezionare gli oggetti della pianta dello stato di progetto, invio per terminare>

Punto origine per stato di progetto:<punto comune sullo stato di progetto>

Punto inserimento stato sovrapposto:

Layer e modifiche sullo stato sovrapposto

Il programma utilizza alcuni layer dove pone le entità dello stato sovrapposto, e precisamente:

2dssaper_ss, 2dssline_ss per le aperture e le linee in grigio.

2dssaper_sa, 2dssline_sa, 2dsstrat_sa per le aperture, linee e tratteggio in giallo.

2dssaper_sp, 2dssline_sp, 2dsstrat_sp per le aperture, linee e tratteggio in rosso.

Le porte e finestre sono ancora parametriche, le linee dei muri vanno su layer 2dssline_xx. Dove xx sta per ss, sa, sp, a seconda della loro appartenenza. In teoria mettendo questi layer tra i layer per i muri, si potrebbe modificare lo stato sovrapposto con i soliti comandi di AddCAD. Rimane il fatto che ha poco senso modificare nello stato di confronto qualsiasi cosa.

Riconoscimento aree da tratteggiare

AddCAD disegna sempre le aperture e le linee che rappresentano i muri correttamente nello stato sovrapposto. Spesso vengono anche tratteggiate le aree da demolire o costruire. In alcuni casi il programma non è in grado di riconoscere le aree da tratteggiare. Ciò è dovuto alla sovrapposizione parziale dei muri e altre cause. Siccome le linee sono colorate correttamente è possibile in questi casi intervenire facilmente a mano con i comandi di tratteggio di ZWCAD e di AddCAD.

Visualizzazione della pianta di demolizione e ricostruzione

Il comando VSSOVRA consente di visualizzare a piacere, solo la parte in giallo o in rosso o entrambe le rappresentazione. La parte in grigio viene lasciata sempre attiva. E' così possibile visualizzare la pianta demolizione e ricostruzione separatamente. Per stampare separatamente le due piante è consigliabile aprire due finestre nel layout di stampa e in ognuna attivare la rappresentazione interessata.

 

 

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)