Sostituzione di oggetti

Se nella finestra dove scegliamo l'oggetto da inserire, selezioniamo un oggetto e chiudiamo la finestra premendo il pulsante Sostituisci, AddCAD capisce che non vogliamo inserire un nuovo oggetto, ma vogliamo sostituire quell’oggetto ad uno o più oggetti presenti nel disegno. Infatti la richiesta successiva riguarda la selezione di tutti gli oggetti che vogliamo sostituire con quello selezionato. Una volta terminata la selezione AddCAD visualizza la finestra di dialogo di sostituzione. Questa finestra di dialogo permette di gestire l’associazione dei parametri tra i diversi oggetti e l’assegnazione manuale o per tipologie di nuovi valori.

E' possibile scegliere, con il comando SOSTF, il nuovo oggetto da sostituire anche selezionando il file di definizione direttamente dalla cartella sul disco.

Finestra di dialogo Sostituire

Si tratta di un comando estremamente utile, là dove si vogliono sostituire oggetti tra loro omogenei. Ad esempio una scala con un altro tipo di scala, una finestra con un altro tipo di finestra o una porta, ecc. In questo tipo di sostituzione i parametri vengono già associati quasi tutti automaticamente e l’intervento manuale è molto limitato. Nel caso di sostituzioni tra oggetti non omogenei, il lavoro di associazione e valorizzazione manuale potrebbe essere sconveniente rispetto ad una cancellazione del vecchio ed un inserimento del nuovo oggetto. In alcuni casi una sostituzione tra oggetti di diverso tipo viene negata dal sistema. E’ difficile pensare di sostituire una scala con uno scaffale o una finestra con una sedia. Per i casi di sostituzioni tra oggetti non omogenei il comando non è stato quindi abilitato.

Vecchio oggetto e Nuovo oggetto

Nel riquadro superiore a destra troviamo la descrizione dei parametri relativi agli oggetti selezionati nel disegno, nel riquadro superiore sinistro troviamo la descrizione dei parametri del nuovo oggetto al quale vengono associati i valori dei parametri degli oggetti selezionati. Si noti che l’associazione automatica viene fatta in base al confronto delle descrizioni dei parametri. Inoltre se nell’esempio della figura abbiamo selezionato due o più aperture, ognuna con altezza diversa, allora ogni sostituzione erediterà il suo valore originale. Se sulla colonna a destra, invece di un parametro, troviamo dei trattini allora per quel parametro non è stata fatta alcuna associazione automatica. Probabilmente il nuovo oggetto non ha quel parametro. Nella lista dei parametri del nuovo oggetto, quella a sinistra, possiamo avere sia un valore esplicito assegnato manualmente nella casella di modifica sottostante, sia il simbolo <<-- il quale indica che il parametro è associato e che il valore viene ereditato dagli oggetti man mano sostituiti.

Se si vogliono associare manualmente i parametri occorre selezionare un parametro da ognuna delle due liste e premere il pulsante < --- > posto tra i due elenchi. Selezionando una tipologia di interesse nella lista delle tipologie è possibile attribuire anche una determinata tipologia ai nuovi oggetti.

Assegna uguali

Il pulsante Assegna uguali permette di ristabilire l’associazione automatica di default. La casella di controllo Immagine nuovo oggetto permette di visualizzare sia l’immagine del nuovo sia l’immagine del vecchio oggetto.

 

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)