Muri 3D associati a falde e scale

Le informazioni che riguardano la generazione in automatico della rappresentazione 3D dei muri vengono memorizzate direttamente nelle linee dello schema 2D in pianta. Il comando che andiamo a descrivere in questa pagina permette di scegliere scale ed elementi di copertura e associarle alle linee dello schema distributivo in modo da generare il loro 3D rispettando le pendenze degli intradossi ed estradossi degli elementi selezionati. In realtà non serve usare sempre questo comando per generare muri ad altezza variabile allineati agli intradossi delle coperture. Il comando ST3D genera già i muri di sottotetto considerando la presenza di tutte le coperture consentendo così di risolvere la maggioranza dei casi in modo semplice e immediato. A volte è invece necessario assegnare alle linee del muro in pianta un cero numero di falde. Ciò avviene ad esempio quando si hanno falde sovrapposte oppure quando si vuole generare anche il lato inferiore del muro secondo una pendenza specifica.

Il comando DDFMURO consente di associare, disassociare e visualizzare i vincoli di generazione 3D delle linee che fanno parte dello schema distributivo, indipendentemente dal piano di appartenenza. L'immagine seguente dimostra la finestra di dialogo e gli elementi da selezionare.

comando DDFMURO

La finestra di dialogo è di tipo non modale, rimane cioè sempre attiva. Quando si vuole chiudere la finestra selezionare il tasto Chiudi.

E' possibile lavorare sia sulle delimitazione superiori sia su quelle inferiori, utilizzando rispettivamente la parte alta e bassa della finestra di dialogo. I tre pulsanti consentono di:

Quando vengono selezionate più falde e quando alcune di esse dovessero risultare sovrapposte durante la generazione del muro, è possibile specificare di considerare quella inferiore/superiore come delimitazione del muro.

Un'altra proprietà riguarda quei tratti di linee che ricadono in zone dove non vi sono oggetti di limitazione, si prenda il caso di linee uscenti dal tetto. In questo caso è possibile specificare un valore di quota per la generazione ad altezza costante. Di default, la quota superiore coincide con l'altezza piano e quella inferiore coincide con la quota pavimento.

Assegnazione limiti e comando M3D

Il comando M3D, come è noto, genera muri ad altezza costante, nel caso di linee associate ad oggetti scale e falde, il comando M3D applica i vincoli assegnati e quindi opera come il comando ST3D (sottotetti 3D).

 

 

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)