Definizione Infissi

Il comando DEFINF crea il file di definizione dell'oggetto infisso.

Finestra di dialogo comando DEFinizione INFissiOccorre innanzitutto specificare mediante la finestra di dialogo alcune opzione riguardanti l'oggetto.

Nome del file

Il nome del file dell'oggetto senza alcuna estensione. E' questo il nome da scrivere in risposta al comando OGGETTO quando vogliamo inserire l'oggetto nel disegno. Si tenga presente che il file viene memorizzato nella cartella USERLIB che si trova nella cartella principale del programma. Consigliamo di salvare in questa cartella anche il disegno dell'infisso.

Importante: Fare una copia di sicurezza di questa cartella

Gruppo infissi di appartenenza

Il valore selezionato viene utilizzato per creare il nome del layer di blocco. In pratica il riferimento di blocco a questo oggetto viene messo in questo layer dopo aver trasformato il nome anteponendo ADDC e aggiungendo in fondo la quota pavimento. Inoltre questo valore viene utilizzato per decidere se l'infisso fa parte della famiglia delle finestre, delle porte o delle aperture generiche al fine di un suo corretto inserimento nell'abaco degli infissi.

Rappresentazione in pianta dell'infissoGenerazione rappresentazione 2d in pianta

Se questa opzione viene attivata, nel file di definizione infisso vengono inserite tutte le entità che rappresenteranno l'infisso in pianta.

Oltre ai testi delle quote e dei codici infisso viene inclusa una rappresentazione in pianta semplice e parametrizzabile.

La finestra di dialogo di parametrizzazione qui a fianco illustra il modello 2d in pianta che viene incluso nella definizione dell'oggetto infisso nel caso venga attivata l'opzione di Generazione rappresentazione 2D in pianta.

Presenza muro o soglia sul lato inferiore

Se l'apertura finisce a pavimento disattivare questa opzione perchè non verranno disegnate le linee di discontinuità tra muro e pavimento.

Distanze relative alla facciata interna

Durante l'inserimento di un'apertura AddCAD chiede di selezionare la facciata interna del muro. Durante la definizione delle etichette sono state indicate le distanze rispetto alla facciata del muro. Qui possiamo decidere se le distanze erano riferite rispetto alla facciata interna o esterna.

Apertura illuminante

E' possibile attribuire agli infissi questa proprietà. Se si tratta di una finestra attiveremo questa opzione nel caso di porte no. Si noti che l'intera area della foratura verrà considerata come illuminante se questa opzione viene attivata.

 

Elementi selezionabili nella generazione infissiUna volta usciti dalla finestra di dialogo viene emessa la seguente richiesta.

Selezionare cerchio o polilinea del contorno di foratura interno del muro/Invio se senza forature:

Selezionare cerchio o polilinea del contorno di foratura esterno del muro/Invio se uguali:

 

E' quindi possibile definire nessuna, una oppure due polilinee di foratura, una per la facciata interna e una per la facciata esterna. Si tenga presente che se si ha una sola foratura valida quindi per entrambe le facciate, il modello dell'infisso sarà completo della chiusura sul bordo laterale del muro. Se invece si hanno due polilinee occorre definire, se necessario, gli elementi di chiusura necessari.

Polilinee per solo foratura

Data un'etichetta del modello, AddCAD cerca di determinare la regione di definizione di questa etichetta, prendendo come componente del contorno l'entità più vicina al punto di inserimento dell'etichetta. Questo funzionamento può andar bene in generale ma in alcuni casi crea problemi. Se abbiamo una polilinea con la quale vogliamo indicare semplicemente una foratura nel muro e che quindi non è un elemento della struttura dell'infisso, potrebbe insorgere qualche confusione. Per evitare questi problemi è possibile mettere la polilinea della sola foratura nel muro su un layer di nome specifico e cioè sul layer di nome Soloforatura. Nessuna etichetta potrà interpretarla come sua regione di definizione.

 

 

 

 

 

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)