Tetti a padiglione

Il comando TPAD permette di disegnare le coperture a padiglione. Queste coperture sono caratterizzate, per definizione, dalle seguenti proprietà: ogni segmento di gronda deve individuare una falda e tutte le falde hanno la stessa pendenza. Il comando è completamente automatico, nel senso che calcola automaticamente il contorno delle falde e le disegna senza intervento dell’operatore. La finestra di dialogo propone una serie di opzioni costruttive.

Finestra di dialogo Tetti a padiglioneSpessore falde

La casella di modifica permette di cambiare lo spessore delle falde.

Pendenza

Va indicata la pendenza di tutte le falde che TPAD disegnerà. La pendenza può essere inserita in gradi o in percentuale. Se si vuole inserire la pendenza in gradi occorre attivare la relativa casella di controllo.

Layer delle entità

Contiene la radice comune dei layer generati dal comando. Per una maggiore attenzione verso le necessità di rendering vengono generati diversi layer. Se ad esempio poniamo in Layer delle entità il nome TETTI, AddCAD genera tre layer diversi di nome 3DTETTI_S, 3DTETTI_I, 3DTETTI_L, dove colloca rispettivamente le superfici del piano Superiore, le superfici del piano Inferiore e le superfici Laterali. Se si genera anche la rappresentazione 2D viene generato anche il layer 2DTETTI. Inoltre tutti i blocchi delle singole falde vengono inseriti sul layer TETTI. Ciò consente di associare colori e materiali diversi ai layer delle superfici 3dface.

Snap ad oggetti Fine

Durante la selezione dei punti viene attivata la modalità di snap ad oggetti Fine.

Rappresentazione 2D

Il pulsante di controllo serve per far generare anche le linee di rappresentazione 2D del contorno delle singole falde.

Cornicione esterno, Quota gronda e dove applicarla

All’esterno dei punti indicati o del contorno selezionato sporge un cornicione di dimensioni specificate. E’ possibile inoltre inserire la quota gronda, in corrispondenza di due punti caratteristici della copertura. E’ da ricordare però che il valore indicato non è relativo ad una quota pavimento, ma è il valore assoluto nello spazio globale di ZWCAD.

Esecuzione tratteggio

E' possibile attivare l'esecuzione tratteggio, in questo caso si può selezionare il modello e si può modificare l’angolo di rotazione del tratteggio, il valore di quest’ultimo può variare a seconda del modello. La scala del tratteggio è controllata dal comando FSCALA.

Una volta accettate le opzioni offerte dal comando, occorre descrivere la geometria in pianta della copertura. Esistono tre modi diversi di indicare la geometria in pianta. Si può scegliere tra Punti, Esterno e Contorno.

Esempio Tetto a padiglione con definizione per puntiL’esempio in figura illustra la procedura con la selezione dei punti.

Specificare il primo vertice della copertura a padiglione:

Specificare il vertice numero 2 o [Annulla]:

Specificare il vertice numero 3 o [Annulla]:

Specificare il vertice numero 4 o [Annulla]:

Specificare il vertice numero 5 o [Annulla]:

Specificare il vertice numero 6 o [Annulla]:

Specificare il vertice numero 7 o [Annulla]:Invio

Con il metodo Esterno viene chiesto di selezionare il perimetro esterno di un edifico. Tutti gli angoli trovati diventano vertici di definizione.

Con il metodo Contorno è possibile selezionare una sequenza chiusa di linee ed archi oppure una polilinea chiusa. Se con il metodo Esterno e Contorno vengono trovati dei tratti curvi allora il programma approssima l'andamento curvo con quattro o cinque falde piane.

Il programma impiega un determinato tempo per la ricerca della soluzione di copertura.  Questo tempo dipende in modo esponenziale dal numero di vertici. Il programma accetta fino a 23 vertici (e quindi massimo 23 falde). Noi abbiamo notato che fino a 15/16 vertici il calcolo è immediato. Per 19/20 vertici l’attesa è di qualche minuto.

Uso del metodo di definizione Esterno

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)