Calcolo dei dati vani ad altezza variabile

Il comando UNITAMBV analogamente al comando UNITAMB calcola i dati dei vani ed inserisce un'etichetta al suo interno. Per quanto riguarda quindi il funzionamento generale di questo comando rimandiamo quindi alla pagina del comando UNITAMB. La differenza tra i due comandi è che UNITAMBV tiene conti della presenza di coperture sopra il vano. Alcuni dati di computo per i vani ad altezza variabile dipendono dal sistema di copertura presente nel disegno. In particolare vengono calcolati correttamente il volume del vano, la superficie intonaco dei muri ad altezza variabile e l'altezza media data dal rapporto tra volume e superficie pavimento. Nel caso di utilizzo di questo comando, nella finestra di dialogo di acquisizione dati vani non viene chiesta l'altezza vano.

Condizioni per il corretto funzionamento

Le condizioni perchè il comando elabori correttamente i dati sono che il vano sia tutto coperto da elementi di coperture di AddCAD (falde e solai) e che non vi siano falde sovrapposte. E' sempre possibile ricondursi a questa situazione, al massimo si dovranno stirare i vertici di copertura per il momento durante il quale si fanno i calcoli.

Natura diverse delle etichette

Le etichette inserite con questo comando sono dello stesso tipo di quelle inserite con UNITAMB, con una unica differenza e cioè quella di essere state inserita per calcolare dati di vani ad altezza variabile. Questa informazione viene memorizzata con l'etichetta. E' così possibile ricalcolare con UNITAMBR tutti i dati delle etichette ognuna per il tipo di calcolo per cui era stata inserita. Se un vano diventa ad altezza costante o viceversa diventa ad altezza variabile occorre cancellare e inserire l'etichetta con il comando appropriato.

Verifica del valore di Altezza Media

Un modo semplice per verificare il luogo dei punti del vano che si trova ad altezza media è quello dell'uso del comando LTETTI, il quale traccia delle linee sulla quota z richiesta. Le linee che rappresentano il luogo dei punti ad altezza media vengono poste sul layer LCOSTRUZIONI, per cui è possibile cancellarle con il comando cancella layer. Questa verifica ci consente di avere un riscontro visivo qualitativo della correttezza del calcolo.

Particolari comando UNITAMBV

 

Disegno dei triangoli che compongono singolarmente al calcolo del volume e della altezza media

Durante il calcolo dei dati vani ad altezza variabile con questo comando è possibile disegnare, su un layer a parte, la triangolazione utilizzata per il calcolo. Ogni triangolo è relativo ad un vano facente capo ad una falda sovrastante. Ogni triangolo visualizza all'interno la superficie del triangolo stesso e l'altezza media.

Il risultato è mostrato in figura.

Triangolo di un vano ad altezza variabile

Il layer utilizzato per i triangoli e le misure all'interno si chiama ADDC2DDDISTRIANGOLI$<QP>.

Come si nota il nome è di quelli con la logica della quota pavimento. In pratica è possibile stampare insieme alle piante lo schema dei triangoli a prova del risultato ottenuto.

Per fare disegnare i triangoli occorre selezionare l'opzione relativa nella finestra di dialogo preferenze computo.

 

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)