Creazione scale da modello

La linea del primo gradino decide il verso di salitaIl comando CREASCALA parte da un modello di definizione e genera una scala. Una volta lanciato il comando vengono fatte due richieste:

Selezionare la linea del primo gradino:

Selezionare gli oggetti che definiscono la scala:

Con il mirino di selezione occorre selezionare la linea del primo gradino. Si noti che questa determina il senso di salita della scala. La seconda selezione deve includere tutte e solo le entità del modello della scala.

La presenza di entità estranee al modello potrebbero dar luogo a messaggi di errore oppure ad una non corretta generazione della scala. Il programma scarta comunque in automatico entità che non siano linee ed archi e linee ed archi che rappresentano i muri.

Se la definizione della scala è corretta il programma presenta subito la finestra di dialogo per l'inserimento dei parametri di generazione. Si tenga presente che molti dei parametri della finestra di dialogo propongono il valore dell'ultima generazione scala.

Le indicazioni nella finestra di dialogo e l'immagine di aiuto rendono il significato dei parametri abbastanza comprensibili. Diamo comunque una descrizione dettagliata nel seguito della pagina.

La finestra di dialogo per la parametrizzazione della scala

 

Quota di partenza e arrivoUltima pedata a quota pavimento

Viene visualizzato il Numero alzate. Questo dato è ricavato dal modello di definizione e serve solo per controllo. L'opzione Ultima pedata a quota pavimento significa che l'ultima pedata si troverà a quota z pari alla quota pavimento di arrivo. Se non selezionato l'ultima pedata la farà l'estradosso del solaio e l'ultima pedata della scala si troverà sotto l'estradosso del solaio di un valore pari ad un'alzata. Da quanto detto è evidente che se l'opzione è selezionata avremo un'alzata in meno.

Il valore in quota di partenza viene sommato alla quota pavimento di partenza per ricavare la quota z assoluta di partenza della scala.

E' possibile scegliere se specificare l'alzata dei gradini imponendo una Distanza interpiano che viene poi equamente distribuito sulle alzate della scala, oppure specificando direttamente l'Alzata gradino. In entrambi casi viene visualizzato l'altro valore per un controllo.

Tipo di sporgenza gradino

E' possibile scegliere tra quello rettangolare, di uso comune nelle nuove costruzioni o quello arrotondato che descrive un semicerchio. In ogni caso è possibile intervenire sulle dimensioni della sporgenza e quando è necessario sopprimerla con un valore nullo.

Parametri foro solaio

Durante la creazione dei solai, le scale sono selezionabili per forare nel solaio il passaggio da un piano all'altro. La dimensione di questo foro viene calcolato in base ai valori inseriti in questo riquadro. Viene calcolato un poligono tale da lasciare un Altezza passaggio specificata. Lo Spessore solaio è necessario perchè l'altezza è intesa a partire dall'intradosso del solaio.

Piano di partenza e Piano di arrivo

Le rappresentazioni di una scalaIl Piano di partenza della scala rappresenta la quota pavimento di inserimento della scala. L'appartenenza al piano al fine della visibilità del modello 3D e del modello in pianta e al fine della quota z di inserimento vengono decise con questo parametro. Il valore di Piano di arrivo viene considerato solo se diverso da quello del piano di partenza. In questo caso viene generata una seconda rappresentazione in pianta della scala, la cui visibilità e quota di disegno sono associate al piano specificato in quota di arrivo. Ciò permette quindi di avere due rappresentazioni in pianta per la stessa scala. E' possibile anche scegliere che tipo di rappresentazione disegnare per i due piani.

Quota di sezione

Nel caso di disegno in sezione del 2D della scala è possibile scegliere a che quota far cadere la linea che spezza la scala. Questo parametro risulta particolarmente utile la dove per motivi di modello scala la linea di sezione viene a cadere in posizioni in cui il disegno non verrebbe corretto, come ad esempio se la linea venisse a trovarsi su un pianerottolo.

Struttura della scalaLe tre tipologie possibili per le scale

In questa area della finestra di dialogo è possibile definire il tipo di scala che si vuole generare. Le tre opzioni tra cui scegliere sono piena, a gradinata o a rampa. La figura qui di seguito illustra il significato intuibile di queste opzioni e i relativi parametri strutturali. Se si seleziona il modello rampa viene abilitato il pulsante Selezione pianerottoli. Se si preme questo pulsante la finestra sparisce ed è possibile indicare sul modello della scala quali sono le aree da considerare come pianerottoli. Le aree selezionate vengono evidenziate con un colore verde.

Opzioni avanzate del modellatore di scale

Arretramenti spessore rampa

Nel caso di struttura a rampa è possibile specificare due parametri per il calcolo corretto dello spessore rampa. In pratica lo spessore rampa può essere indicato al netto dei due arretramenti dovuti agli spessori del rivestimento scala.

Inizio linea di passo

E' possibile inserire i consueti simboli all'inizio della linea di passo, in particolare è possibile aggiungere le due lineette oppure il cerchio.

Infine è possibile dimensionare il simbolo della freccia per il verso di salita e la distanza tra le linee di sezione.

Opzioni avanzate modellatore di scale

Distanza fra le linee di sezione

Nel caso di rappresentazione in pianta delle scale in modalità sovrapposte rappresenta la distanza tra le due linee di sezione della scala.

Dimensione lato del triangolo freccia

Il lato della freccia della linea di passo.

Particolari della scala in piantaAngolo inclinazione linee di sezione

E' possibile variare l'angolo di inclinazione delle linee di sezione della rappresentazione in pianta della scala. L'angolo deve essere inserito in valori sessagesimali.

Rappresentazione parapetto o corrimano in pianta

E' possibile disegnare nella scala in pianta la presenza di un corrimano o parapetto lungo il lato destro o sinistro o entrambi con spessori opportuni. Ovviamente se lo spessore impostato vale zero nessuna doppia linea sovrapposta al lato della scala verrà disegnata.

 

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)