Verifiche

Sono previste 3 verifiche per l’azione sismica (OPCM 3274/3431) e 1 per condizione di carico max non sismico.

 

 

  1. Verifica a PressoFlessione nel piano: cliccando nella casellina corrispondente all'ultima colonna della tabella (asterisco), appare la maschera con la verifica per singolo setto. Agendo sulle frecce divergenti poste in alto è possibile passare da un setto all'altro e anche da un piano all'altro.



    dopo aver determinato la resistenza di calcolo a compressione della muratura:
    e la pressione media verticale:   
    si determina il Momento ultimo del setto:  
    e lo si confronta con il Momento di calcolo:  Md
    se risulta Md>Mu la verifica non  è soddisfatta e si determina l’armatura minima da disporre ad ogni estremità del setto nell’ipotesi di muratura armata.
     

  2. Verifica a Taglio nel piano.



    dal valore del Momento e dello Sforzo Normale di calcolo si determina l’eccentricità nella direzione del piano del setto e la lunghezza  L’ in compressione.
    si determina:
    - la pressione media sulla parete compressa:       
    - la resistenza caratteristica normale alla parete:
    - la resistenza di calcolo normale alla parete:      
    - il Taglio ultimo del setto:                               
    e lo si confronta con il Taglio di progetto:              Vd
    se risulta Vd>Vu la verifica non è soddisfatta e si determina l’armatura minima (ferri orizzontali) da disporre su ogni faccia della parete nell’ipotesi di muratura armata.
     

  3. Presso Flessione fuori piano



    L’azione sismica trasversale al setto induce un Momento (con valore massimo a metà dell’altezza).
    Si determina l’eccentricità trasversale
    Si calcolano i due parametri:
    di eccentricità:   
    di snellezza:  
    da cui si determina da tabella il coeff. di riduzione dell’Area del setto:
    si calcola il carico ultimo:
    da confrontare con il carico di progetto: Nd
    se risulta Nd > Nu si determina l’armatura verticale minima da disporre su ogni faccia della parete nell’ipotesi di muratura armata.
    Per la determinazione dell’azione sismica, secondo il DPCM 3264/3431, si dovrà calcolare il coeff. di accelerazione sismica della parete: Sa



    che risulta funzione del periodo proprio del fabbricato (T1) e della parete (Ta), calcolati in prima approssimazione come indicato dall’Ordinanza Sismica.
     

  4. Verifica Presso Flessione per carico Massimo



    La verifica è condotta nei confronti della combinazione di carico massimo (non sismico) adottando i coeff. di incruento dei carichi (1.4 carichi permanenti 1.5 carichi variabili)
    L’eccentricità trasversale prevista è quella accidentale pari a:  e = h/200
    In analogia alla  verifica precedente si determinano:
    i due parametri di eccentricità e snellezza    
    e il coeff. di riduzione dell’area: (da tabella).
    Si determina infine il carico ultimo:  
    Da confrontare con il carico di calcolo massimo: Nd.
    Nota : lo sforzo Normale assunto per la verifica dei setti è determinato dai carichi definiti nel modello dell’analisi sismica.
    Può comunque essere variato direttamente nella tabella della verifica a presso-Flessione nel piano, oppure ridefinito attraverso le procedure di input grafico dei carichi a cui si accede dopo il calcolo con il Tasto CARICHI SETTI

 

 

 

Converted from CHM to HTML with chm2web Pro 2.85 (unicode)